Baby llama: un tessuto di grande qualità

person Pubblicato da: Antonella Team Manuela Conti list In: Tessuti Pregiati Sopra: comment Commento: 0 favorite Colpire: 220

La lana dei lama è una delle fibre più preziose e prestigiose in grado di isolare dal freddo e di dissipare il calore in maniera del tutto naturale. Le caratteristiche che rendono lana di lama o baby lama così particolare sono la lucentezza, nonché la straordinaria resistenza che si accosta alla perfezione alla morbidezza del filato di lana.

Questo materiale si adatta perfettamente alla realizzazione di capi di alta qualità e classe, con colori vibranti e sfumature lucenti. Si possono realizzare sciarpe e accessori di classe, capi di vestiario eleganti e raffinati, un capo realizzato in baby llama è un must have adatto ad ogni stagione e di straordinaria bellezza.

La storia del tessuto baby llama

La storia di questo tessuto risale al periodo degli Inca le cui tribù avevano addomesticato sia gli alpaca che i lama. Gli alpaca sono stati allevati in maniera selettiva per produrre un vello che fosse fine e uniforme per realizzare capi di lana di alpaca da far indossare a re e persone di alto grado sociale. I lama erano semplicemente utilizzati come animali da soma, ideali per trasportare carichi pesanti e la cui fibra non era considerata utilizzabile se non dal popolo proprio per la sua ruvidità. I lama sono animali forti, in grado di sopportare temperature molto alte, tanto ammirati e utilizzati che il dio Inca Urcuchillay veniva rappresentato appunto con le fattezze di un lama.

La lana di llama è oggi, tecnicamente parlando, non proprio una lana. La selezione di lana di lama è molto accurata e consente di ricavare dal vello una fibra naturale che si adatta ai capi più raffinati. La lana di lama ha un’anima cava che conferisce a questo prodotto un buon rapporto peso/calore rendendola praticamente leggerissima e super resistente. Durante la tosatura viene raccolto l’intero vello: per effettuare una nuova tosatura è necessario aspettare 2 anni.

Le caratteristiche del baby llama

La fibra ricavata dal baby llama, cugino dell’alpaca, è una fibra priva di lanolina e con scaglie più piccole e lisce, per questo motivo si tratta di un filato ipoallergenico. Grazie alla sua finezza, viene prodotto un filato molto morbido e resistente che viene anche mescolato con altre fibre. Non avendo alcuna memoria, il filato di baby llama è eccellente per la tessitura.

Una fibra naturale che, come abbiamo visto, non contiene lanolina il che la rende molto leggere e produce fino al 93% del suo peso originale quando viene lavorata e non si restringe quando viene lavata. Le fibre ottenuto hanno un diametro di circa 25-30 micron, cifre molto simili alle lane comuni, ma che nel baby llama si traducono in una fibra molto più soffice e sottile.

Altra caratteristica intrinseca alle fibre di lama è la resistenza alle macchie e all’abrasione. Inoltre, i capi realizzati in baby llama al 100% possono proteggere anche dai raggi UV di alta quota, come gli altopiani andini. Il filato di lama è disponibile in una gamma di colori molto ampia che va dal bianco al marrone fino al nero con sfumature uniche e naturali. Anche solo a guardarlo, il filato ricavato dalla lama di lana sembra etereo e super soffice. La lana di lama presenta una naturale setosità e una bellezza davvero unica e impareggiabile.

La differenza tra fibra di alpaca e fibra di lama

La lana di alpaca e quella di lama condividono molte caratteristiche come la resistenza, la bellezza naturale, al morbidezza e l’assenza quasi totale di lanolina. Le differenze tra lama e alpaca sono minime: l’alpaca è tendenzialmente più piccolo e può essere tosato una volta l’anno, lì dove il lama viene rasato a mano solo una volta ogni due anni, ma produce almeno 3 kg di lana da cui si ricava il filato al 93%.

Gli allevamenti di baby llama o di alpaca sono controllati proprio per la sopravvivenza di entrambe le specie. La rasatura avviene a mano e in poco tempo per far sì che l’animale non subisca troppo stress causato dal rumore del rasoio. Sia il lama che l’alpaca si possono trovare in varie zone del mondo, fino alla Nuova Zelanda ma entrambe le fibre restano rare per qualità e caratteristiche proprie.

baby llama.jpg

Come prendersi cura del proprio capo in lana di lama

I capi realizzati in filato di baby llama devono essere lavati in acqua fredda e con saponi delicati, per questo è consigliato il lavaggio a mano e di evitare l’uso degli ammorbidenti, che non sono affatto necessari vista la morbidezza naturale di questo tessuto. Infine, basta immergere il capo in acqua e assicurarsi di immergerlo tutto, la fibra di lama è infatti idrorepellente e poi maneggiare il capo con cura, senza strizzarlo e lasciandolo asciugare lontano da fonti di calore in modo che non perda forma.

La collezione di Manuela Conti ha nel suo repertorio due fantastici capi, per la precisione due cappotti in baby llama:

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
  • Registrare

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password